www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

01/12/2018.  CANNE DELLA BATTAGLIA – COME SI TRASFORMA UNA “LEZIONE” DI ALTA FORMAZIONE TURISTICA NEL PREANNUNCIATO “CONVEGNO” DI FACCIATA. ESEMPIO DI MANIPOLAZIONE INFORMATIVA AD USO E CONSUMO DI UNA CERTA POLITICA INVADENTE, AUTOREFERENZIATA E PRESUNTUOSA .

“Il futuro di Canne della Battaglia: rischi e opportunità per lo sviluppo turistico?. Era stato così pomposamente annunciato il presunto “convegno”. Ma l’evento è stato subito derubricato, per stessa ammissione di chi c’era, a semplice “lezione”, destinatari i partecipanti ad un corso di alta formazione nel settore turistico.

Come mai? Sapiente (o furbetto) uso della comunicazione manipolata da parte di chi ha “promosso” le attività svoltesi nella sala multimediale dell’Antiquarium, la cui direzione, stando a sommarie indiscrezioni raccolte sul posto, nemmeno era stata messa a conoscenza di com’erano state preannunciate le cose dall’organo istituzionale promotore.

Risultato? Dipende da chi ha avuto interesse a pilotare verso il conseguimento di scopi visibili od occulti. Mediaticamente, la presenza di una sola emittente televisiva con relative interviste: presenza frutto del comunicato-stampa diffuso appena ventiquattr’ore prima, comunicato nel quale gli autori furbescamente annunciavano un convegno mentre tutti i reali partecipanti sapevano di dover assistere solo ad una lezione relegata in fondo in fondo ad una mattinata iniziata con oltre un’ora e mezzo di ritardo. Dunque, la stampa attratta dallo spessore di un convegno divenuto tale, ma solo in… corso d’opera: pensateci.

Altro risultato? L’invadenza di qualche personaggio politicamente esposto sul territorio di provvedimenti legislativi divenuti magicamente di sua esclusiva proprietà, con tanto di nome e cognome. Vistosa l’assenza di Aldo Patruno, direttore del dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione territoriale della Regione Puglia.

Ecco chi c’era al tavolo dei relatori di fronte alla platea dei partecipanti: Ruggiero Mennea, consigliere regionale e comunale (PD); Savino Santovito, dipartimento di Economia e Finanza dell’Università di Bari; Miranda Carrieri, direttrice dell’Antiquarium di Canne; Giuseppa Antonaci, presidente Fondazione Its Turismo Puglia; Alessandro Buongiorno, coordinatore didattico del corso di “Tecnico Superiore per le strategie di sviluppo sostenibile e gestione digitale e reale dell'imprenditorialità turistica”, il docente (con pregressa pluriennale esperienza dirigenziale nell’ambito dell’Agenzia Puglia Imperiale Turismo, Patto territoriale nord barese ofantino) che ha dovuto comprimere la sua lezione a durata micro micro rispetto al cuore della giornata per i corsisti. Corsisti spettatori di un’autentica passerella di interventi dove ha brillato, per fortuna, la presenza a sorpresa (perché nemmeno invitata ma presente non per caso) dell’associazione di studio e ricostruzione storica Mos Maiorum di Roma a nome della quale il presidente Alexandro Ascoli ha sottolineato il meritato successo degli eventi da loro realizzati a settembre nelle Giornate Europee del Patrimonio “Roma versus Cartagine” con il picco dei circa 4.000 visitatori.

Passaggio importante quest’ultimo, perché, a fronte di rischi tuttora insiti nella valorizzazione e gestione del Parco archeologico di Canne della Battaglia (mobilità, raggiungibilità, carenza di personale, comunicazione: tutti fattori ampiamente noti da decenni come “mali endemici” difficilmente curabili con aspirine monetarie perché necessitanti di terapie a medio-lungo periodo), il futuro appare condizionato da ulteriori promesse di finanziamenti regionali: si è ascoltato da fonte certa dell’inserimento a bilancio regionale di un altro milione e mezzo di euro!

Mentre resta in attesa del riconoscimento Unesco come sito mondiale riconducibile non già al sito materiale di Canne della Battaglia ma all’evento immateriale universalmente noto: la Battaglia di Canne per la vittoria-capolavoro di Annibale. Evento sanguinoso per il bilancio di vittime sul campo (i morti furono quasi cinquantamila nel 216 avanti Cristo e tali restano sempre oggi) e che per questo necessiterà di approfondimento da parte dell’agenzia delle Nazioni Unite per la Cultura dato che l’Unesco, come ha dichiarato a BarlettaLive.it l’alto funzionario consigliere del direttore generale a Parigi nell’intervista esclusiva, ha sempre difeso i valori di pace. Tanto da aver congelato la richiesta proprio della Francia per le fortificazioni costruite dai tedeschi in Normandia sul cosiddetto “Vallo atlantico”, luogo di un’invasione liberatrice ma che seminò migliaia di morti fra invasi ed invasori.

Ultimissimo accenno al ruolo del Comune di Barletta, soggetto proprietario dei luoghi mentre gestore resta il Polo Museale della Puglia (alias Ministero beni ed attività culturali). Il sindaco Cannito, preannunciato nel famoso (o famigerato) comunicato-stampa farlocco, è stato rappresentato dall’assessore Michele Ciniero, esperto di marketing e di comunicazione pubblicitaria. Al quale assessore, però, è venuto meno di evidenziare l’unica cosa che andava detta e ricordata proprio ai corsisti futuri “lavoratori” del segmento di mercato dove lui stesso opera.

La convenzione esistente dal 1999 come protocollo d’intesa e rinfrescata a dicembre 2017 dalla precedente amministrazione Cascella: convenzione dove si danno reciprocamente diritti e doveri, cioè fatti vincolanti per obbligo di atto stipulato e non di semplice concessione o discrezionalità.

Nino Vinella
Barletta, 1° dicembre 2018





 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com