www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

28/09/2010.  BARLETTA - SABATO 2 OTTOBRE "INVITO A PALAZZO" NELLA STORICA SEDE DEL BANCO DI NAPOLI IN CORSO GARIBALDI.

INVITO A PALAZZO 2010


La giornata nazionale di visita ai palazzi delle banche giunge alla nona edizione e ritorna Sabato 2 ottobre 2010, dalle 10.00 alle 19.00


PER SAPERNE DI PIU'...


Palazzo Gentile a Barletta si affaccia su Corso Garibaldi Il palazzo fu costruito dalla famiglia Gentile ai primi del '600. Attualmente è sede di una banca. La facciata che si estende sull'attuale corso Garibaldi, è divisa simmetricamente dal monumentale portone d'ingresso sormontato dall'unica loggia e da una grande finestra balconata. Ai due lati si aprono ben sedici finestre, otto per lato nel numero di quattro per piano. Il primo piano è a bugnato rustico e le finestre rettangolari si aprono semplicemente sul paramento senza alcuna cornice.


Il piano nobile è diviso da quello terreno da una cornice in pietra su cui è inciso il nome del committente e la data di fondazione dell'edificio. Il piano superiore si presenta liscio e compartito dalle finestre. Esse si presentano coronate da timpani spezzati e ricurvi da cui si dipartono fregi curvilinei e modanati ciechi in stile barocco e probabilmente successivi aggiunti successivamente.


http://www.vacanzeitinerari.it/schede/palazzo_gentile_sc_2886.htm


Il Gruppo Intesa Sanpaolo partecipa allâ??iniziativa aprendo al pubblico ben 24 palazzi, le più importanti sedi storiche di Torino, Milano, Bolzano, Udine, Trieste, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno, Bologna, Forlì, Firenze, Pistoia, Teramo, Ascoli Piceno, Napoli, Barletta, Potenza, Foggia, Palermo. Decine le iniziative e gli eventi proposti ai visitatori. L'appuntamento d'autunno con la felice iniziativa promossa da A.B.I., Associazione Bancaria Italiana - posta sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ritorna per il nono anno consecutivo e propone l'apertura al pubblico per una intera giornata dei più bei palazzi appartenenti agli Istituti di credito che aderiscono al progetto.


Sabato 2 ottobre prossimo, dalle 10 alle 19, ininterrottamente e su tutto il territorio nazionale, sarà possibile visitare gratuitamente più di 92 palazzi, tesori d'arte e di architettura solitamente inaccessibili, disseminati in 48 città italiane, grazie alla partecipazione di più di 50 banche. Entrare nei luoghi riservati del sistema bancario ma anche negli spazi di quel silenzioso lavoro quotidiano che mai traspare all'esterno e trovare ambienti carichi di storia, architetture raffinate, stucchi e affreschi o arazzi, dipinti e sculture antiche e moderne, arredi d'epoca o installazioni d'arte contemporanea. Questo è quanto potranno scoprire i visitatori. Con 24 sedi in 20 diverse città d'Italia, e 11 banche oltre la capogruppo, il Gruppo Intesa Sanpaolo è protagonista anche di questa nona edizione di Invito a Palazzo, confermando la propria dimensione nazionale e, allo stesso tempo, il proprio radicamento nelle realtà territoriali. Sono aperte le porte dei più bei palazzi di Intesa Sanpaolo e Banca CR Firenze, Banca dell'Adriatico, Banca di Trento e Bolzano, Banco di Napoli, Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, Cassa di Risparmio del Veneto, Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Cassa di Risparmio di Venezia, Cassa di Risparmio in Bologna.


L'arte in mostra


Da Nord a Sud, è possibile ammirare capolavori d'arte e architettura che vanno dai secoli passati ai giorni nostri, dal Martirio di Sant'Orsola, ultima opera dipinta da un Caravaggio in fuga esposto a palazzo Zevallos a Napoli, al bozzetto per la grande tela del Paradiso del Tintoretto di Palazzo Ducale, conservato a Venezia, passando per il tripudio barocco degli affreschi di Giulio Quaglio della Cappella del Monte di Pietà di Udine o di quelli festosi e vivaci di Carl Henrici in palazzo Menz a Bolzano. È possibile visitare le sale intrise di cultura sabauda del fastoso palazzo Turinetti affacciato su piazza San Carlo a Torino, ma anche la Cappella del Monte di Pietà di Napoli, capolavoro del genio plastico e pittorico napoletano del XVII secolo, o, ancora, gli alti esempi dell'Eclettismo di fine Otto-inizio Novecento delle Residenze di Bologna e Forlì, o di Padova e Pistoia, fino agli esempi della modernità rappresentata dal Palazzo delle Colonne a Milano di Giovanni Muzio, con la cupola di nove metri di diametro decorata a mosaico da Achille Funi, fino alla contemporaneità della nuova sede di Banca CR Firenze disegnata da Giorgio Grassi. A Belluno apre per la prima volta al pubblico palazzo Doglioni: sarà possibile ammirare gli affreschi del piano nobile, immergendosi in un'atmosfera di primo Cinquecento; in aggiunta, una mostra-dossier di documenti e curiosità emersi dalla memoria archivistica.


Eventi e iniziative


Caleidoscopica è l'offerta di iniziative organizzate dal Gruppo Intesa Sanpaolo per questa giornata: si va dalla mostra di ceramiche attiche e magnogreche di V-III secolo a.C. della Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano a Napoli (sede museale Intesa Sanpaolo), all'esposizione delle immagini fotografiche e dei disegni originari del cantiere della sede della Carive progettata da Pier Luigi Nervi e Angelo Scattolin nel cuore di Venezia, alla mostra-dossier di icone russe dedicate ai santi Pietro e Marco delle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari di Vicenza (sede museale Intesa Sanpaolo). Nella sede di Padova (Cariveneto), gli ospiti sono invitati ad un percorso alla scoperta delle espressioni dell'arte cinetica degli anni Sessanta e Settanta. Nel Palazzo delle Colonne di Milano (Intesa Sanpaolo), una rassegna di fotografie degli anni '30 e '40, conservate presso l'Archivio Storico Intesa Sanpaolo, racconta le vicende dell'avveniristico cantiere dell'edificio, con il caveau costruito dentro uno scafo immerso nelle acque del sottosuolo. A Forlì (Cariromagna), si ripercorrono brani di storia del primo Novecento nelle immagini dell'Archivio Storico Fotografico della banca. A Palermo, nella sede di via M. Stabile (Intesa Sanpaolo), l'Ensemble Vocale Eufonia, esegue un concerto vocale con un programma di musiche che ha come tema il divertimento (Frottole e Villanelle, con un cammino che parte dal Cinquecento italiano e giunge fino ai giorni nostri; via Mariano Stabile, ore 17.30). Musica anche nella sede di Bologna (Carisbo), dove si esibiscono gli allievi del Conservatorio e dove si può assistere alla proiezione del film di Pupi Avati Gli industriosi della Domenica e a Teramo, con il quartetto d'archi Hadria nella sede di Corso San Giorgio (Banca dell'Adriatico).


L'appuntamento con Invito a Palazzo 2010 è per sabato 2 ottobre, dalle 10.00 alle 19.00.


Per visitare i palazzi di tutte le banche che aderiscono all'iniziativa vai al sito


http://palazzi.abi.it


 






 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com