www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

29/03/2011.  NOTIZIE DAL GOVERNO NEWSLETTER ANNO XII N. 12 DEL 29 MARZO 2011.

In questo numero:


Nucleare: moratoria di 12 mesi


Cultura: reintegrate le risorse con decreto legge


Furti d'identità: nuove norme contro le frodi creditizie


Federalismo: si della Camera al fisco regionale e provinciale


Energia: individuate le regole per lo Stoccaggio del biossido di carbonio


Speciale 150: premiata la vetrina più bella


Nucleare: moratoria di 12 mesi


Approvata la moratoria sul nucleare, tenuto conto che, nelle attuali circostanze, occorre approfondire le valutazioni e che la Comunità europea intende sottoporre a scrupolose verifiche le centrali nucleari in funzione. In linea con le decisioni dell'Unione europea che procederà quanto prima ad effettuare delle verifiche sugli impianti funzionanti in Europa, anche il nostro Paese ha voluto prendere una pausa di riflessione sull'energia nucleare. La decisione è stata presa dal Consiglio dei ministri il 23 marzo scorso. Per effetto immediato della moratoria, il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell'Ambiente non procederanno all'adozione degli atti necessari alla realizzazione degli impianti nucleari, a cominciare dalla predisposizione del documento programmatico sulla strategia nucleare. Pertanto, così come disposto dall'UE, restano confermati il deposito nazionale per lo stoccaggio ed il ruolo dell'Agenzia per la Sicurezza Nucleare come organo competente per lo studio e la programmazione delle politiche riguardanti la sicurezza nucleare. Quanto ai pericoli relativi alle eventuali ripercussioni di ciò che sta accadendo in Giappone a seguito dell'esplosione del reattore nucleare di Fukùshima, il ministro della Salute, Fazio, ha assicurato che essi sono da escludere per l'Italia: «L'eventuale arrivo in Italia di correnti d'aria provenienti dal Giappone non presenta alcun rischio per la salute», ha dichiarato il Ministro della Salute, che ha poi aggiunto: « Anche se le correnti dovessero trasportare sull'Italia particelle radioattive provenienti dalla centrale di Fukushima, si tratterebbe comunque di quantità infinitesimali ed estremamente diluite, che oggi, agli strumenti sofisticati di cui disponiamo, siamo in grado di rilevare, ma che non avrebbero alcun effetto sulla salute. Si tratterebbe infatti di valori bassissimi, largamente inferiori alle dosi di radioattività naturale».


Dossier "Il ritorno del nucleare"?


http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/nucleare/


Cultura: reintegrate le risorse con decreto legge


II Decreto legge, approvato dal Consiglio dei ministri il 23 marzo 2011, assegna al Ministero per i Beni e le Attività Culturali - a partire dal 2011 e in misura permanente - 236 milioni di euro, che saranno così ripartiti: 149 milioni di euro al Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS), 80 milioni di euro alla tutela e al recupero del patrimonio storico, architettonico, artistico e archeologico, 7 milioni di euro agli istituti culturali. Cancellata la tassa sul cinema introdotta dal decreto Mille-proroghe, che prevedeva dall'1 luglio 2011 e fino al 31 dicembre 2013 il pagamento di un euro in più per le proiezioni cinematografiche. Istituito con la legge 30 aprile 1985, n. 163, il Fondo unico per lo spettacolo e per il sostegno finanziario ad enti, istituzioni, associazioni, organismi ed imprese operanti nei settori delle attività cinematografiche, musicali, di danza, teatrali, circensi e dello spettacolo viaggiante, nonché per la promozione di manifestazioni e di iniziative aventi carattere e rilevanza nazionali da svolgere in Italia o all'Estero, è ripartito annualmente tra diversi settori. Una relazione annuale illustra al Parlamento l'utilizzo dei fondi e i dati sull'attività di sostegno pubblico svolta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali a favore dello spettacolo dal vivo e delle attività cinematografiche. II decreto legge 23 marzo 2011 comprende, inoltre, specifiche norme straordinarie per il recupero complessivo degli scavi archeologici di Pompei, come: un piano straordinario di manutenzione, il potenziamento dei poteri di tutela della Soprintendenza, anche attraverso l'aumento del personale tecnico addetto e l'invio di una task force composta da archeologi, architetti e operai specializzati per realizzare i primi interventi di necessità.


Dossier "Reintegrate le risorse del Fondo Unico per lo Spettacolo"?


http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/risorse_beni_culturali/


Furti d'identità: nuove norme contro le frodi creditizie


Consentire alle società che erogano prestiti di poter verificare i dati sensibili dei propri clienti al fine di prevenire le frodi nel settore creditizio ed in particolare i furti d'identità. E' quanto prevede il nuovo decreto legislativo, approvato dal Consiglio dei Ministri in via definitiva lo scorso 23 marzo. Per contrastare i comportamenti illeciti e, di conseguenza, dare più sicurezza alle società e agli intermediari finanziari il decreto legislativo dispone una deroga alla normativa sulla privacy. In particolare, per le società finanziatrici sarà possibile ottenere informazioni su documenti d'identità, partite Iva, codici fiscali, dichiarazioni dei redditi, ma anche posizioni previdenziali e assistenziali dei consumatori che hanno chiesto un prestito, una dilazione o uno slittamento dei pagamenti. Il tutto attraverso un sistema pubblico di prevenzione. Il sistema, che sarà costituito presso il Ministero dell'economia, si basa su un archivio centrale informatizzato e su un gruppo di lavoro appositamente dedicato, i cui componenti resteranno in carica per tre anni. I costi del sistema graveranno interamente sugli aderenti il sistema pubblico di prevenzione. L'adesione al meccanismo di tutela e ogni richiesta di verifica, per singolo nominativo, comporteranno un pagamento che la finanziaria richiedente informazioni, aderente al sistema, dovrà versare all'ente gestore. Prima di poter accedere al sistema, ciascun aderente dovrà stipulare una convenzione con l'ente gestore. Al sistema di prevenzione potranno partecipare: banche (incluse quelle extraUe) e intermediari finanziari, fornitori di servizi di comunicazione elettronica, fornitori di servizi interattivi associati o di servizi di accesso condizionato, gestori di sistemi di informazioni creditizie e imprese che offrono servizi antifrode.


Dossier "Furti d'identità: nuove norme contro le frodi creditizie"?


 http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/furti_identita/


Federalismo: si della Camera al fisco regionale e provinciale


Parere favorevole è stato espresso il 24 marzo 2011 dalla Commissione parlamentare per lâ??attuazione del federalismo fiscale al decreto legislativo in materia di autonomia di entrata delle regioni a statuto ordinario e delle province, e determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario. Il decreto in sintesi individua le fonti di finanziamento delle regioni a statuto ordinario e dispone la contestuale soppressione dei trasferimenti statali. A decorrere dal 2013 verrà rideterminata l'addizionale regionale all'Irpef, con corrispondente riduzione delle aliquote Irpef di competenza statale, al fine di mantenere inalterato il prelievo fiscale a carico del contribuente; la rideterminazione deve comunque garantire alle regioni entrate equivalenti alla soppressione sia dei trasferimenti statali che della compartecipazione regionale all'accisa sulla benzina, entrambe disposte dallo schema in esame. All'aliquota così rideterminata si aggiungono le eventuali maggiorazioni dell'addizionale, attualmente pari all'0,9%, che ciascuna regione può effettuare nel limite dello 0,5% fino al 2013, dell'1,1% per il 2014 e del 2,1% dal 2015; qualora peraltro la maggiorazione sia superiore allo 0,5% la parte eccedente tale quota non si applica ai contribuenti titolari di redditi ricadenti nel primo scaglione di reddito (fino a 15.000 euro). Alle regioni spetta altresì una compartecipazione al gettito Iva, che per gli anni 2011 e 2012 viene calcolata in base alla normativa vigente, mentre dal 2013 sarà fissata in misura pari al fabbisogno sanitario in una sola regione. Prima di essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto deve avere l'approvazione definitiva del Consiglio dei ministri.


Dossier "Autonomia di entrata per regioni e province e costi standard in sanità"?


 http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/federalismo_fiscale_decreto/


Energia: individuate le regole per lo stoccaggio del biossido di carbonio


Il Consiglio dei Ministri del 23 marzo scorso, ha approvato in via preliminare un decreto che, in linea con le direttive europee, stabilisce le misure per garantire lo stoccaggio permanente di biossido di carbonio in formazioni geologiche profonde, al fine di contribuire alla lotta al cambiamento climatico, attraverso la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra nell'atmosfera, in modo da eliminare il più possibile effetti negativi e rischi per l'ambiente e la salute umana. Lo stoccaggio geologico è un metodo che consente alle centrali che utilizzano combustibili fossili, di iniettare la C02 in formazioni geologiche sotterranee ed evitare di immettere nell'atmosfera anidride carbonica. La tecnologia CCS, carbon capture e storage, è già in fase di sperimentazione in Italia nell'impianto Enel di Brindisi e richiede, in conformità con le normative europee, un quadro legislativo di riferimento nella prospettiva di una sempre maggiore utilizzazione che potrebbe ridurre significativamente il nostro debito di CO2 e aiutarci a raggiungere gli obiettivi europei di riduzione delle emissioni (-20% al 2020). La normativa approvata oggi, disegna un sistema autorizzativo lineare, per la scelta dei siti, l'esercizio, il trasporto e la dismissione, in capo ai ministeri dello sviluppo economico e dell'ambiente e procedure che saranno gestite dal già esistente Comitato per Kyoto integrato da una segreteria tecnica per lo stoccaggio. L'idoneità di una formazione geologica ad essere adibita a sito di stoccaggio e la sua sicurezza sono stabilite in sede di esame della domanda di autorizzazione allo stoccaggio. Con il decreto il nostro sistema normativo fa un passato avanti recependo una tecnologia ambientale di notevole rilievo per lo sviluppo del sistema energetico.


Dossier "Attuazione della direttiva 2009/31/CE in materia di stoccaggio geologico di biossido di carbonio"?


http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/biossidocarbonio_stoccaggio/


Speciale 150: premiata la vetrina più bella


Tutti i titolari di esercizi commerciali sono invitati a partecipare alla gara fotografica a tema unico: "Il 150° dell'Unità d'Italia... in vetrina" organizzata dal Ministero Difesa, che intende premiare le migliori vetrine di esercizi commerciali, dedicate alla ricorrenza. È sufficiente inviare una o più foto della propria vetrina, dedicata al tema del 150° anniversario dell'Unità d'Italia seguendo le istruzioni descritte nel sito internet: www.difesa.it. In sintesi: la partecipazione alla gara è gratuita ed aperta a tutti i titolari di attività commerciali. Ogni concorrente può iscriversi una sola volta presentando un massimo di due fotografie che possono essere a colori o in bianco e nero. Le fotografie potranno essere ritoccate o elaborate purché mantengano un contenuto realistico; la giuria infatti, a suo insindacabile giudizio, prediligerà files originali di scatto e le foto meno elaborate. Le fotografie partecipanti alla gara devono essere inviate unicamente on-line, attraverso il sistema di registrazione e caricamento web disponibile alla pagina: http://www.difesa.it/Approfondimenti/150vetrine/. Quanto all'invio delle fotografie, esso deve essere effettuato in un'unica volta, nel periodo che va dall'apertura della gara alla sua chiusura (alle ore 23.59 del 31 marzo). La selezione delle fotografie è prevista entro il 15 aprile 2011. La pubblicazione delle fotografie selezionate è prevista il 30 aprile 2011. La comunicazione e pubblicazione on-line delle fotografie vincitrici è prevista entro il 5 maggio 2011. Per l'iscrizione alla gara fotografica è prevista la compilazione completa e veritiera di un modulo online, nel quale sono chiesti alcuni dati personali, essenziali per il corretto svolgimento per le operazioni di ammissione alla gara fotografica. Ai vincitori sarà inviata comunicazione unicamente attraverso l'indirizzo e-mail utilizzato per l'invio della foto alla gara.


Dossier "Il 150° dell'Unità d'Italia... in vetrina"


http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/vetrina_unita_italia/






 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com