www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

25/10/2011.  MENO TASSE PER CHI INVESTE IN CULTURA - 58 MILIONI DI EURO LE EROGAZIONI LIBERALI NEL 2010.

Le erogazioni liberali sono liberalità in denaro a favore del settore pubblico o del settore privato no profit che possono costituire fiscalmente, a secondo della tipologia del soggetto erogatore - persone fisiche o persone giuridiche - oneri deducibili dal reddito o oneri detraibili dall'imposta sul reddito.


L'art. 38 della L. 21 novembre 2000, n. 342, che ha aggiunto al comma 2, dell'art. 100 del nuovo Testo Unico delle Imposte sui Redditi, la lettera m), - già punto c-nonies del comma 2 dell'art. 65 del precedente T.U.I.R. - stabilisce la totale deducibilità delle erogazioni liberali in denaro effettuate da soggetti titolari di reddito di impresa a favore dello Stato, regioni, enti locali territoriali, enti o istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni legalmente riconosciute, per lo svolgimento di compiti istituzionali nei settori dei beni culturali e dello spettacolo.


Nell'anno 2010, per quanto riguarda l'applicazione dell'art. 100, comma 2, lettera m) del T.U.I.R., l'importo complessivo delle erogazioni liberali è stato di ?. 32.181.657,00. Come si evince dal grafico n. 1, l'anno 2010 ha visto un incremento di oltre il 9% delle erogazioni liberali effettuate dalle imprese a favore della cultura e dello spettacolo, rispetto all'anno precedente, il cui importo è stato di euro 29.439.452,90.


Tra le regioni che hanno maggiormente beneficiato delle erogazioni, nell'anno 2010, spicca, come la Lombardia con ? 13.880.342, il Lazio che ha beneficiato di ? 4.652.375, il Veneto che ha ricevuto ? 4.294.162, il Piemonte con ? 2.073.678 e infine la Campania con ? 1.984.440, come illustrato nel grafico n. 2.


Per quanto riguarda le finalità, il grafico n. 3 evidenzia come il mecenatismo si sia rivolto, anche quest'anno, soprattutto verso il settore dello spettacolo al quale vanno nell'anno 2010 il 56% dell'ammontare complessivo delle erogazioni effettuate, mentre il settore della cultura si assesta sul restante 44 % Tra i soggetti beneficiari sono da segnalare, la Fondazione del Teatro alla Scala con ? 7.800.000,00, la Fondazione Accademia Nazionale Di Santa Cecilia con ? 2.094.835,00, la Fondazione Sorgente Group-Istituzione per l'Arte e la Cultura con ? 2.000.000,00, la Fondazione Teatro Di San Carlo con un importo di ? 1.603.300,00 la Fondazione AEM con ? 1.500.000,00, la Fondazione Giorgio Cini Onlus con ? 1.000.000,00.


Nell'anno 2010 i Comuni hanno beneficiato di ? 1.090.922,00 e tra essi si distinguono per entità degli importi il Comune di Novi Ligure con ? 126.440,00, il Comune di Montichiari con ? 120.000,00, il Comune di Torino con ? 75 .000,00 il Comune di Villorba con ? 56.610,00, il Comune di Guastalla con ? 51.500,00. Tra i soggetti erogatori vi sono aziende quali Unicredit spa, Intesa San Paolo Spa, A2a Spa, Società P.A. Esercizi aeroportuali S.E.A., Sorgente Sgr Spa, Banca Popolare Di Milano, Enel Spa, Mapei Spa, Consorzio Venezia Nuova, Finmeccanica s.p.a., Assicurazioni Generali Spa, Banca Nazionale Del Lavoro Spa, ma non manca il contributo di imprese più piccole anche a favore delle fondazioni e delle associazioni meno note. L'art.15, lettera h), D.P.R. n. 917/ 1986, riguarda la defiscalizzazione a beneficio delle persone fisiche e degli enti non commerciali delle liberalità finalizzate al sostegno delle attività intese a promuovere iniziative in campo artistico.


Per quanto riguarda l'anno 2010, il Ministero per i beni e le attività culturali ha registrato, in applicazione dell'art. 15 lettera h) del T.U.I.R., erogazioni liberali per euro 26.189.616,60. Anche in questo caso si evince un incremento rispetto all'anno precedente, in cui si era registrato l'importo di euro 22.554.248,57, di oltre il 16%.


Tra i soggetti erogatori vanno menzionate le grandi fondazioni bancarie, quali: Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, Fondazione Carige, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, Fondazione Cassa dei Risparmio di Forlì, Fondazione Cassa di Risparmio di Livorno, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. Complessivamente nell'anno 2010, il Ministero per i beni e le attività culturali ha registrato, in applicazione di entrambi gli articoli di legge (art. 100, comma 2, lettera m) ed art. 15 lettera h) del T.U.I.R.), erogazioni liberali per un importo di ? 58.371.273,60 determinando un incremento del volume complessivo delle risorse finanziarie erogate di oltre il 12%.


Per ulteriori informazioni, possono essere inviati quesiti e richieste di chiarimenti all'indirizzo di posta elettronica erogazioniliberali@beniculturali.it.


Fonte: Ufficio Stampa MiBAC


PER SAPERNE DI PIU'...


http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1319461235561_CircolareN419_2011.pdf






 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com