www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

09/11/2011.  CANNE DELLA BATTAGLIA - CON L'ANTEAS UNA DOMENICA ISTRUTTIVA A CONTATTO CON STORIA E NATURA. MA ANCHE DEL DESOLANTE STATO DEL SITO ARCHEOLOGICO CHE RIESCE SEMPRE A STUPIRE NONOSTANTE TUTTO.

Domenica 6 novembre l'Anteas di Barletta si recata in visita guidata a Canne della Battaglia, accolta dal Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia e dalle sue informatrici turistiche, dott.sse Maria Antonella Doronzo e Luciana Morra.

Il gruppo composta da circa sessanta soci ed ospiti, proveniente in pullman gran turismo da Barletta, coordinato da Anna Rizzi e dalla progettista Francesca Lucia Santeramo, ha cos concluso un interessante ciclo didattico in forma di laboratorio di conoscenza della storia di un territorio sempre cos affascinante e ricco di sorprese.

Antiquarium, Cittadella, area dei Sepolcreti, stazioncina sulla Barletta-Spinazzola, Terme di San Mercurio recintate con tanto di lucchetto, Fontana di San Ruggiero quasi irraggiungibile lungo il tratturo stravolto dall'alluvione e purtroppo sempre degradata dai graffiti di vernice spray: ecco le tappe di uno studiato percorso che, nel giro di qualche ora, ha permesso ai coraggiosi partecipanti un tuffo nel passato, sulle orme del condottiero Annibale.

La giornata, clemente fino a poco prima della conclusione nonostante il tempo imbronciato, ha dunque consentito di apprezzare le bellezze dell'area vasta di Canne della Battaglia: solo il millenario Menhir rimasto escluso dalla visita a causa del sopraggiunto maltempo.

L'occasione stata utile anche per un'ulteriore diagnosi allo stato di salute del sito archeologico: nessuna presenza al bookshop ormai vuoto e sprovvisto di ogni materiale turistico (l'ingresso gratuito previa bigliettazione ad opera del personale ministeriale per soli fini statistici); luci delle sale al minimo data la carente sostituzione degli elementi malfunzionanti; il nuovo plesso da poco costruito come rustico ma gi chiuso in attesa di prossime opere di completamento di l da venire dopo la perdita del finanziamento di 750mila euro.

Uno scenario desolante, nemmeno rischiarato dalla speranza di miglioramento: si teme infatti che l'orario di visita - attualmente continuato dalle ore 8,30 alle 19,30 - possa subire una drastica riduzione alla sola mattinata fino alle ore 13,30 per mancanza di personale.

LA REDAZIONE





 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com