www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

09/03/2010.  NOTIZIE DAL GOVERNO NEWSLETTER ANNO XI N. 10 DEL 9 MARZO 2010.


In questo numero:
? Elezioni Regionali: il decreto varato dal Governo
? Milleproroghe 2010
? Recepita la direttiva sui servizi di media e audiovisivi
? Un protocollo d'intesa per riconoscere e curare la dislessia
? Farmer market: per l'agricoltura, l'ambiente e i consumatori
? Rapporto al Parlamento sul consumo di alcool


Elezioni Regionali: il decreto varato dal Governo
La necessità di assicurare il pieno esercizio dei diritti di elettorato attivo e passivo in vista delle consultazioni elettorali per il rinnovo degli organi delle Regioni a statuto ordinario, fissate per il 28 e 29 marzo 2010 è la motivazione principale del decreto legge interpretativo approvato dal Consiglio dei ministri nella riunione straordinaria tenuta il 5 marzo 2010 a Palazzo Chigi. Il provvedimento, come ha spiegato il ministro dell'Interno Maroni, dà un'interpretazione autentica delle norme in materia elettorale, in linea con quanto già enunciato in una circolare del ministero dell'Interno emanata nel febbraio scorso. Nella circolare è scritto che "il cancelliere non può rifiutarsi di ricevere le liste dei candidati, i relativi allegati e il contrassegno o contrassegni di lista, neppure se li ritenga irregolari o se siano presentati tardivamente". Il provvedimento, ha aggiunto Maroni, vuole dare "un'interpretazione autentica, corretta", alla legge elettorale, in particolare agli articoli 9 e 10 della legge n. 108 del 17 febbraio 1968, dettando alcuni criteri interpretativi di norme in materia di rispetto dei termini per la presentazione delle liste, di autenticazione delle firme e di ricorsi contro le decisioni dell'Ufficio centrale regionale.
Dossier "Elezioni regionali: il decreto legge interpretativo"
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/elezioni_regionali_decreto/


Milleproroghe 2010
Il decreto legge "Milleproroghe" è stato convertito in legge dal Parlamento con alcune modifiche. Le modifiche apportate durante l'iter parlamentare sono in vigore dal 28 febbraio scorso. Rispetto al testo originario, sono stati aggiunti 5 articoli, le cui misure più importanti riguardano l'entrata in vigore delle disposizioni in materia di "taglia enti" e le provvidenze in materia di editoria.Per quanto riguarda la riapertura dello scudo fiscale, inserita nel testo del decreto legge in vigore dal primo gennaio 2010, il Parlamento ha confermato la norma aggiungendo l'obbligo, a carico del Ministro dell'economia e delle finanze di comunicare al Parlamento, entro il 15 giugno 2010, i dati statistici relativi al numero delle operazioni di rimpatrio ovvero di regolarizzazione perfezionate alla data del 15 dicembre 2009, del 28 febbraio 2010 e del 30 aprile 2010, suddivise per volumi d'importo, al numero dei soggetti coinvolti, con indicazione dei Paesi di provenienza delle richieste di rimpatrio e regolarizzazione, e l'ammontare complessivo delle attività finanziarie e patrimoniali rimpatriate, distinte per rimpatrio o regolarizzazione. Tra le disposizioni aggiunte, si segnala anche la norma che estende al 2010 le misure anticrisi sugli ammortizzatori sociali. La spesa autorizzata per il 2010 è di 3.500.000 euro.
Dossier "Milleproroghe 2010"
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/milleproroghe/


Recepita la direttiva sui servizi di media e audiovisivi
Approvato in via definitiva dal Consiglio dei ministri del primo marzo scorso il decreto legislativo di recepimento della direttiva sui servizi di media audiovisivi. Il provvedimento prevede disposizioni necessarie ad adeguare la disciplina in materia di attività radiotelevisiva alle innovazioni tecnologiche intervenute nel settore. Un'attenzione particolare è stata rivolta alla tutela dei minori con l'introduzione di una disciplina più rigida di quella vigente, peraltro applicabile a tutti i fornitori di servizi di media audiovisivi. Sono previste, in particolare, apposite misure volte a evitare che i minori possano assistere a trasmissioni che si caratterizzano per la presenza di contenuti gravemente nocivi, quali, ad esempio, i programmi a carattere pornografico, per i quali è previsto un divieto assoluto di trasmissione in orario diurno dalle 7 alle 23. È inoltre prevista l'introduzione di un apposito sistema di classificazione che si basa su criteri proposti dal Comitato di applicazione del Codice Media e Minori, soggetti alla approvazione del Ministro dello sviluppo economico che li adotta con apposito decreto, e, per quanto riguarda i programmi criptati, di un apposito sistema di controllo parentale che, a differenza di quello attualmente in uso da parte degli operatori, prevede che ai contenuti nocivi sia in via generale inibito l'accesso, salva la possibilità di disattivazione per default da parte dell'utente attraverso l'inserimento di uno specifico codice.
Dossier "decreto legislativo sui servizi di media audiovisivi"
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/decreto_media_audiovisivi/index.html


Un protocollo d'intesa per riconoscere e curare la dislessia
Circa 350.000 studenti italiani fra i 6 e i 19 anni soffrono di dislessia, causa frequente di abbandono scolastico e di correlati problemi di autostima e di motivazione all'apprendimento. Per offrire un sostegno a questi ragazzi, il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, il presidente di Fondazione Telecom Italia Joaquín Navarro-Valls e il presidente dell'Associazione Italiana Dislessia Rosabianca Leo hanno firmato il 3 marzo 2010 un Protocollo d'Intesa finalizzato a realizzare due progetti operativi su tutto il territorio nazionale: il primo, "Non è mai troppo presto", per riconoscere precocemente e combattere la dislessia nelle scuole italiane, il secondo, "A scuola di dislessia", per la formazione specifica di 6.000 insegnanti "referenti". Il progetto, che avrà durata triennale, "Non è mai troppo presto" mira al riconoscimento precoce dei disturbi specifici dell'apprendimento, proponendosi di definire e sperimentare un protocollo di "screening" scientificamente attendibile, replicabile in modo omogeneo sul territorio nazionale, per individuare gli indicatori di rischio più sensibili e verificare l'efficacia di interventi didattici mirati e precoci. Il progetto "A Scuola di Dislessia" punta invece alla formazione specifica degli insegnanti e alla sperimentazione di modalità didattiche inclusive, basate sull'utilizzo del "personal computer". Sarà attivata una rete di 6.000 insegnanti "referenti" coinvolgendo istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado in tutte le Regioni italiane.
Dossier "Dislessia: firmato protocollo d'intesa"
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/dislessia/


Farmer market: per l'agricoltura, l'ambiente e i consumatori
Vendita diretta di frutta e ortaggi di qualità da parte degli imprenditori agricoli del territorio di produzione, con abbattimento dei costi di trasporto delle merci e conseguente diminuzione di traffico e inquinamento. Questi, in breve, gli elementi salienti che caratterizzano i "Farmer market", i mercati agricoli di vendita diretta, a seguito dell'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dell'1 marzo 2010 del DdL recante "norme per la valorizzazione dei prodotti agricoli provenienti da filiera corta e di qualità". Il provvedimento impone un passo di qualità diverso e si aggiunge alle norme in materia di sicurezza alimentare, definendo principi importanti in materia di mercati agricoli riservati alla vendita diretta da parte degli imprenditori: non solo la modalità di vendita e la trasparenza dei prezzi, ma anche una maggiore verificabilità della qualità dei prodotti: dalla semina, produzione e lavorazione, alla vendita. Anche le attività delle pubbliche amministrazioni locali competenti saranno così impegnate nel processo di diffusione capillare di questi mercati agricoli di vendita diretta: per la promozione dello sviluppo locale, una migliore conoscenza delle caratteristiche dei processi di trasformazione, nonché delle tradizioni rurali e produttive e per un consumo di prodotti agricoli ottenuti nel rispetto dell'ambiente.
Dossier "Farmer market: per l'agricoltura, l'ambiente e i consumatori"
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/farmer_market/


Rapporto al Parlamento sul consumo di alcool
Nella sesta Relazione al Parlamento sugli interventi realizzati ai sensi della legge quadro in materia di alcol e problemi alcolcorrelati, presentata dal Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, emerge che l'Italia è ancora un Paese in cui l'assunzione moderata di alcol e in particolare di vino costituisce un comportamento molto diffuso, socialmente accettato e ben radicato nella tradizione culturale alimentare; ma una buona parte della popolazione maschile di età anziana consuma alcolici e soprattutto vino senza rispettare la moderazione richiesta per l'età, non attenendosi alle linee guida proposte dagli organi di tutela della salute. Inoltre i giovani, anche attraverso i contatti sempre più intensi con gli altri Paesi dell'Europa non mediterranea, stanno adottando modelli di consumo alcolico nuovi e di notevole potenziale di rischio, quali i consumi fuori pasto, i consumi occasionali ad alta intensità (binge drinking), la ricerca dell'ubriachezza. I giovani italiani consumano alcol per la prima volta ad un'età che è la più bassa in Europa, poco più di 12 anni; e al di sotto dei 13 anni consumano bevande alcoliche con una prevalenza tra le più alte d'Europa. Nel tempo i giovani consumatori appaiono in costante aumento e fra i giovani al di sotto dell'età legale i consumatori sono più del 17%; la diffusione dei consumi fuori pasto è alta in entrambi i sessi e quella del binge drinking è alta fra i maschi.
Dossier "Rapporto sul consumo di alcol"
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/rapporto_alcol/






 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com