www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

16/03/2010.  NOTIZIE DAL GOVERNO NEWSLETTER ANNO IX N. 11 DEL 16 MARZO 2010.

In questo numero:


Da Shanghai 2010 all'Expo di Milano del 2015


Più spazio al verde nelle città e nuovi compiti per i comuni


Un Regolamento per il Codice della proprietà industriale


La settimana della prevenzione oncologica


Rapporto Anci 2009 sui minori stranieri non accompagnati


Lavorare nelle Istituzioni europee: le nuove regole dei concorsi


Da Shanghai 2010 all'Expo di Milano del 2015


Tema centrale dell'Expo di Milano, designata dal Bureau International des Expositions di Parigi, sede per l'esposizione universale del 2015, sarà "Nutrire il pianeta, energie per la vita". L'alimentazione dunque è al centro di questo evento universale intesa come energia vitale del Pianeta, necessaria per uno sviluppo sostenibile basato su un corretto nutrimento e sulla salute. Il settore dell'alimentazione con tutta la filiera economica sarà rappresentato attraverso la varietà dei prodotti agro-alimentari, il loro legame con il territorio, in quanto la qualità e la genuinità del cibo vanno di pari passo con la tradizione consolidata nelle attività di coltivazione e di allevamento, frutto d'esperienze millenarie sulle quali oggi si innestano forti innovazioni scientifiche e tecnologiche. L'esposizione rimarrà aperta dal primo maggio al 31 ottobre 2015. Sei mesi per attirare visitatori da tutto il mondo. 29 milioni di visite attese. Saranno presenti 130 Paesi, 10 organizzazioni internazionali e 10 maxi regioni. Pieno supporto dell'Esecutivo a questo evento è stato confermato dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che - ha ribadito l'importanza dell'Expo 2015, come strumento di sviluppo attraverso la creazione di posti di lavoro e di infrastrutture da realizzare e come strumento al servizio del sistema Paese per la capacità di attrarre investimenti e di creare relazioni internazionali. Dossier "Da Shanghai 2010 all'Expo di Milano del 2015" http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/expo2015_milano/index.html


Più spazio al verde nelle città e nuovi compiti per i comuni


Approvato dal Consiglio dei ministri del 12 marzo 2010, su proposta del Ministro dell'ambiente, Stefania Prestigiacomo, uno schema di disegno di legge recante norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, che introduce disposizioni innovative in materia di promozione e divulgazione dei temi della tutela ambientale e del patrimonio arboreo e boschivo, recuperando e rilanciando la "Giornata nazionale degli alberi" da celebrare il 21 novembre di ogni anno, attraverso iniziative da realizzare nelle scuole, nelle università e negli istituti d'istruzione superiore. A tal fine ogni anno la Giornata nazionale degli alberi sarà intitolata e dedicata ad un tema specifico di rilevante valore etico, culturale e sociale con l'obiettivo di stimolare l'interesse e la consapevolezza dei giovani sui temi dell'ambiente e dell'ecosistema, coinvolgimento essenziale per il raggiungimento degli obiettivi fissati dal Protocollo di Kioto e da politiche di riduzione delle emissioni, di prevenzione del dissesto idrogeologico e miglioramento della qualità dell'aria. Il disegno di legge, inoltre, modifica la legge n. 113 del 1992, dando effettività all'obbligo imposto ai Comuni di porre a dimora un albero per ogni neonato residente. Il provvedimento sarà trasmesso alla Conferenza Stato-Regioni per il parere di competenza. Dossier "Spazi verdi urbani e la "giornata nazionale degli alberi" http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/spazi_verdi/index.html


Un Regolamento per il Codice della proprietà industriale


È entrato in vigore il 10 marzo 2010 il decreto del ministero dello Sviluppo Economico contenente il Regolamento di attuazione del Codice della proprietà industriale. Obiettivo, offrire agli utenti procedure agevolate nell'ottenimento e nella gestione dei titoli della proprietà industriale, garantendo maggiore tutela e semplificazione delle procedure, nel rispetto della normativa comunitaria e internazionale. Il Codice della proprietà industriale è stato introdotto nell'ordinamento giuridico italiano dal decreto legislativo n. 30 del 10 febbraio 2005. Riguarda brevetti per invenzione, marchi e altri segni distintivi, regolando l'oggetto del diritto di proprietà industriale, i requisiti per ottenerlo, gli effetti della tutela, la durata, i diritti e gli oneri ad essa connessi. Favorisce, pertanto, il contrasto del fenomeno della contraffazione a tutela dei cittadini e potenzia la competitività del sistema. Il Regolamento recepisce le esigenze di disciplina del deposito delle domande, delle istanze, delle modalità di applicazione delle norme sul procedimento di opposizione, nonché dell'attività svolta dai consulenti in proprietà industriale. Introduce novità e modalità semplificate riguardo alle domande di brevettazione nazionale, ai brevetti europei ed internazionali, ai marchi. Dossier "Proprietà industriale, in vigore il decreto " http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/regolamento_brevetti/


La settimana della prevenzione oncologica


L'oncologia costituisce una delle priorità del Ministero della Salute e tale priorità appare evidente se si considera non solo l'incidenza ma anche la prevalenza dei tumori in Italia. Per tali motivi è stato dato alla prevenzione ampio risvolto. Dal 14 al 21 marzo 2010 in tutte le principali piazze italiane si svolge la Settimana nazionale per la prevenzione oncologica, uno dei principali appuntamenti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), con l'obiettivo di informare correttamente, sensibilizzare, rendere consapevoli che la prevenzione rappresenta l'arma migliore per vincere la malattia. Un insieme di semplici regole quotidiane che ci permettono di vivere bene e più a lungo. Dalla Prevenzione primaria, primo passo per difendere la salute (educazione alla corretta alimentazione, attività fisica, consumo limitato di alcol, lotta al tabagismo), alla Prevenzione secondaria (visite mediche ed esami strumentali per la diagnosi precoce dei tumori). La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori investe lo stesso impegno nella Prevenzione terziaria, facendosi carico delle problematiche del percorso di vita di chi ha sviluppato un cancro. A cominciare dalla tavola: una errata alimentazione è, infatti, responsabile di oltre il 35% dei tumori. Testimonial storico della IX edizione è, come sempre, l'olio extra vergine di oliva. Per questo durante la settimana della prevenzione oncologica i volontari della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori saranno presenti nelle piazze del nostro Paese per offrire una bottiglia d'olio extra vergine d'oliva ed un utile opuscolo ricco di informazioni e consigli, in cambio di un piccolo contributo per sostenere le molteplici attività della LILT. Dossier "Settimana nazionale per la prevenzione oncologica" http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/settimana_oncologica_2010/index.html


Rapporto Anci 2009 sui minori stranieri non accompagnati


Presentato l'11 marzo scorso il"Terzo Rapporto ANCI sui Minori stranieri non accompagnati", promosso dal Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione con un'indagine rivolta a tutti i Comuni italiani. Il numero di minori stranieri non accompagnati presenti nel territorio nazionale tra il 2006 e il 2008 risulta piuttosto stabile, salvo una lieve flessione dell'8,3% nel 2008, ma sono invece aumentati i comuni italiani che hanno preso in carico questi ragazzi, offrendo loro servizi di prima e seconda accoglienza. 93 enti locali hanno 'assorbito' l'85% delle presenze, rispetto ai soli 39 tra i quali era distribuito nel 2006 il 75% dei minori. L'indagine, rivolta a tutti i comuni italiani, fotografa queste realtà, visto che ha risposto il 71,4% delle amministrazioni contattate, per un totale di 5.784 comuni. Realtà importanti, considerando che, secondo i dati, sono in aumento sia i comuni che offrono prima accoglienza in strutture di pronto intervento con permanenza breve (da 30 a 51 amministrazioni nel 2008), sia i comuni che gestiscono i servizi nella fase di seconda accoglienza in comunità, case famiglia, ecc. (da 30 a 46, per un totale di 3.841 minori assistiti). Dal punto di vista della ripartizione regionale, il Rapporto rileva come nel 2008 più della metà dei minori, pari al 58% del totale, si è concentrata in Sicilia, Emilia-Romagna, Lazio e Friuli Venezia Giulia. I minori non accompagnati presi in carico dai Comuni italiani nel 2008 sono per lo più minori di genere maschile (89,7%) poco sotto la maggiore età (il 51,9% ha 17 anni), provenienti soprattutto da Afghanistan, Albania, Egitto, Marocco, e Kosovo. Dossier "Rapporto ANCI 2009, minori stranieri non accompagnati" http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/rapporto_anci_2009/


Lavorare nelle Istituzioni europee: le nuove regole dei concorsi


Dal 2010 l'Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) ha introdotto una nuova procedura di selezione del personale permanente delle istituzioni europee. Le nuove regole saranno applicate nei bandi di prossima pubblicazione, previsti per il mese di marzo, mentre i concorsi già avviati nel 2008-09 continueranno a svolgersi secondo la procedura precedente.Tre le novità più importanti: maggiore rapidità della procedura concorsuale, che comporterà meno fasi; concorsi a cadenza annuale per i profili professionali più comuni; valutazione delle competenze, oltre che delle conoscenze e capacità professionali. I candidati che desiderano partecipare ad una procedura di selezione devono compilare un atto di candidatura on-line e inviarlo all'EPSO prima della scadenza prevista per l'iscrizione. Successivamente, e con scadenze diverse a seconda del concorso, dovranno anche stampare e inviare l'atto insieme ai documenti giustificativi, relativi ai requisiti richiesti. La nuova procedura di selezione comporterà due fasi: una preselezione mediante prove al computer che si svolgerà nei paesi membri e una valutazione mediante prove pratiche che avrà luogo a Bruxelles. Informazioni particolareggiate su ciascun concorso saranno pubblicate sul sito dell'EPSO e nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Requisiti generali sono la cittadinanza in uno stato membro dell'Unione Europea, essere in regola con il servizio militare e avere una buona conoscenza di almeno due lingue comunitarie. Dossier "Lavorare nelle istituzioni europee: nuove regole per i concorsi" http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/concorsi_ue/






 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com