www.comitatoprocanne.com

Meteo Puglia










CANNE DELLA BATTAGLIA:
RIPULIAMO DALLO SCEMPIO LA FONTANA DI SAN RUGGIERO
Vai al sito


Mensile telematico di archeologia, turismo, ambiente, spettacolo, beni e attività culturali, costume, attualità e storia del territorio in provincia di Barletta–Andria-Trani e Valle d’Ofanto

Iscritto in data 25/1/2007 al n. 3/07 del Registro dei giornali e periodici presso il Tribunale di Trani. Proprietario ed editore: Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia - Barletta (BT)

 

04/11/2010.  SOS CANNE DELLA BATTAGLIA - APPELLO DEL CONSIGLIERE REGIONALE MENNEA (PD): "IL COMUNE DI BARLETTA PRENDA IN CARICO I TRE OPERATORI LICENZIATI".

Il consigliere regionale del Partito Democratico rivolge un appello al sindaco di Barletta per far si che il bookshop continui la sua attività e si eviti che tre giovani restino senza lavoro Evitare il declassamento di Canne della Battaglia sancito dal Governo Berlusconi.


E' l'obiettivo di Ruggiero Mennea, consigliere regionale del Partito Democratico, che, oltre ad essere al lavoro per una proposta di legge regionale che punti alla valorizzazione del sito archeologico e alla divulgazione dei relativi fatti storici, lancia altre due proposte per scongiurare la retrocessione in serie B di Canne.


"Rivolgo un appello al sindaco di Barletta, Nicola Maffei, affinché il Comune prenda in carico i tre dipendenti del bookshop che sono stati licenziati - propone Mennea -. In questo modo continueremmo a garantire i servizi necessari a coloro che vogliono visitare il sito ed eviteremmo allo stesso tempo che tre figure professionali, tutti giovani esperti nella gestione di servizi collegati alla visitabilità e fruibilità dei beni culturali, restino senza lavoro.


Così facendo l'amministrazione comunale di Barletta darebbe un segnale forte di attenzione alla cultura, in controtendenza all'operato del governo nazionale, che con tagli miopi e una freddezza agghiacciante, dimostra di disinteressarsene totalmente".


Difatti il Ministero per i beni e le attività culturali, sulla scorta di verifiche a fine 2009, ha inserito Canne della Battaglia nella fascia posta al di sotto dei 200.000 visitatori paganti, escludendolo dalla gara per l'affidamento dei cosiddetti "servizi aggiuntivi", che comprendono l'accoglienza dei turisti, il bookshop, la caffetteria, la vendita di prodotti editoriali e la biglietteria.


L'altra proposta formulata dal consigliere regionale del PD è quella di predisporre un progetto per partecipare al bando regionale che assegna finanziamenti ai Sistemi Ambientali e Culturali (Sac), aggregazioni di risorse ambientali e culturali per promuovere l'attrattività, lo sviluppo economico, la cooperazione fra istituzioni e l'iniziativa delle imprese. I


 SAC prevedono la creazione di sistemi integrati a livello territoriale, in cui garantire una fruizione unitaria, qualificata e sostenibile del patrimonio ambientale e culturale della Puglia.


"La mia idea - spiega Mennea - è quella di unire la valorizzazione di Canne della Battaglia a quella del Parco dell'Ofanto, altra risorsa paesaggistico ambientale di straordinaria importanza che impreziosisce il nostro territorio. Ciò consentirebbe di attrarre significativi flussi turistici offrendo alla Bat una nuova opportunità di crescita e di sviluppo".


LA RASSEGNA STAMPA SUL WEB

 

05 novembre 2010


Licenziati di Canne della Battaglia, Mennea: â??Li assuma il Comuneâ?


http://www.barlettalive.it/news/news.aspx?idnews=4100






 

Stampa l'articolo

 
© Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Sede e Presidenza: Via Rizzitelli 62 - 70051 Barletta BT ITALY
Tel: (+39) 0883 532180 - Email: comitatoprocanne@oggiweb.com. Credits: OggiWeb www.oggiweb.com